Trieste

DAL 7 OTTOBRE 2017 AL 18 FEBBRAIO 2018 MAGAZZINO DELLE IDEE Corso Cavour 2 – Trieste

Organizzata in occasione del trecentesimo anniversario dalla nascita della Sovrana, la mostra “Maria Teresa e Trieste. Storia e culture della città e del suo porto” – attraverso la storia, l’arte, il costume e la società – parla del ruolo straordinario che questa donna ha rivestito per Trieste e non solo, anticipando il futuro con le sue riforme.

Organizzata dall’Ente Regionale per il Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia (ERPaC) – Servizio promozione, valorizzazione e sviluppo del territorio, in collaborazione con il Polo museale del Friuli Venezia Giulia e l’Università degli Studi di Trieste, l’esposizione rientra nel progetto “Una donna è Trieste”, voluto dalle più importanti Istituzioni della città di Trieste.

 

ORARI:
Martedì – Domenica dalle ore 10.00 alle ore 19.00
LUNEDì CHIUSO

APERTURE STRAORDINARIE:
– venerdì 8 dicembre 2017
– martedì 26 dicembre 2017
– domenica 31 dicembre 2017 chiusura alle ore 16.00
– lunedì 1° gennaio 2018 apertura alle ore 11.00

 

Per informazioni:

APPUNTAMENTI  DI  DICEMBRE
Sala conferenze del Magazzino delle Idee

Continuano gli appuntamenti collaterali all’esibizione, in un ricco excursus che da la possibilità di approfondire econfrontare con l’attualità, le tematiche presenti nella storia della Trieste di Maria Teresa.

6 dicembre ore 18.00
– In morte di un archeologo – Winckelmann, Trieste e il riscatto di una città.
A cura di Maria Carolina Foi (germanista, docente all’Università degli Studi di Trieste) presenta il docufilm della RAI a cura di Paola Bonifacio (storica dell’arte) e Piero Pieri (programmista-regista della Rai regionale).
E’ l’8 giugno 1768 quando Johann Joachim Winckelmann muore assassinato in una stanza della Locanda Grande in Piazza San Pietro a Trieste. Lo studioso di chiara fama, Prefetto delle Antichità del Vaticano, ideatore della scienza archeologica e della moderna storia dell’arte, si trova nella città adriatica di ritorno da un viaggio durante il quale era stato ricevuto alla Corte di Vienna dal Consigliere Aulico von Kaunitz e dall’Imperatrice Maria Teresa d’Austria. La docufiction e il volume di Paola Bonifacio (Il delitto Winckelmann. La tragica morte del fondatore dell’archeologia moderna, edito da Metamorfosi) sono l’oggetto di questa presentazione che punta sul fascino di un delitto misterioso e (forse) irrisolto, collegato a un viaggio a Vienna a cospetto di Maria Teresa che con Winckelmann ha in comune un’altra cosa: l’anno di nascita: il 1717.

13 dicembre ore 18.00
– Le sete di Maria Teresa. Tra manifattura, commercio, arte.
A cura di Edoardo Demo, professore associato di storia economica e coordinatore del dottorato di Storia Economica dell’Università degli Studi di Verona. Presenta Daniele Andreozzi (Università degli Studi di Trieste e membro del Comitato scientifico della mostra).
Il setificio è stato per secoli uno dei settori di punta dell’economia italiana, a partire dal medioevo e fino al secondo dopoguerra. In questo contesto si inserisce anche il caso dei territori sottoposti alla Casa d’Austria durante il periodo di Maria Teresa. Di essi si analizzerà l’organizzazione produttiva e la capacità di inserirsi in circuiti di carattere internazionale. Il tutto verrà affrontato ponendo il caso oggetto d’analisi a confronto con altre realtà italiane ed europee anche nel suo trasformarsi da prodotto manifatturiero a oggetto d’arte.

20 dicembre ore 18.00
– Organizzare lo spazio sociale: Maria Teresa, il sistema tavolare e la sua storia.
A cura di Elisabetta Fiocchi Malaspina, assistente presso la cattedra di Storia del diritto della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Zurigo. Presenta Rossella Fabiani del Polo museale del Friuli Venezia Giulia.
L’intervento traccerà la storia del sistema tavolare con particolare attenzione ai provvedimenti della sovrana Maria Teresa, concentrandosi sulle peculiarità storico-giuridiche della città di Trieste. Sarà illustrata la storia della trascrizione nel corso dell’Ottocento prima e dopo l’Unità d’Italia, parallelamente l’evoluzione del tavolare nei territori austriaci. Il confronto tra i due sistemi di pubblicità immobiliare sarà presentato attraverso il vivo dibattito parlamentare e le scelte adottate dal legislatore italiano durante la prima metà del Novecento, dopo l’annessione delle cosiddette Nuove Province al Regno d’Italia.
[email protected]
Tel. +39 040 3774783

INGRESSO:

GRATUITO bambini fino a 10 anni, giornalisti previo accredito, accompagnatore di disabile
Sospensione vendita biglietti alle ore 18.30VISITE E LABORATORI*
* Prenotazione obbligatoria



Vuoi rimanere aggiornato sugli eventi e le manifestazioni? Iscriviti alla newsletter!

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may also like

Leggi anche…

Loading...