Udine

Music In Village – Estensioni 2019 Appuntamenti nel territorio della laguna di Marano il 23 e 25 agosto

DUE EVENTI DA NON PERDERE CON DON PASTA AUTORE DEL FILM “I VILLANI” NEL CENTRO STORICO DI MARANO LAGUNARE E FRANCESCO BEARZATTI PLAYS LED ZEPPELIN IMMERSO NEL VERDE SULLA VIA ANNIA NEL PARCO RUI DI CARLINO

Ha ottenuto un buon successo il primo appuntamento di Music in Village – Estensioni presso la Valle Ca’ del Lovo di Carlino, location che presenta una delle più suggestive vedute della laguna di Marano.
Un’inusuale jam session musicale tra l’elettronica di Walter Wattabass Sguazzin e il contrabbassista Giovanni Maier assieme alle scintille primordiali degli Archeotipi di Marano Lagunare con un format di archeologia sperimentale hanno incoraggiato la luna a squarciare le nuvole temporalesche.

Ora sono in programma

Venerdì 23 agosto a Marano Lagunare in piazza dei forni alle ore 19:00 è prevista la performance di Don Pasta cooking, djset … vini(li) e padelle

DON PASTA ALIAS DANIELE DE MICHELE
Per il New York Times è “uno (e per certi versi unico) dei più inventivi attivisti del cibo”. Daniele De Michele è un economista, con un Master in “Economia e sviluppo Economico” all’Istituto Nazionale delle ricerche Agronomiche in Francia. Dal 2001, con lo pseudonimo di donpasta, utilizza la scrittura, le performance, gli spettacoli, le istallazioni, il giornalismo per sviluppare un progetto culturale e artistico sul tema dell’alimentazione.
In televisione collabora assiduamente con Geo And Geo (RAI3), La Prova del Cuoco (Rai 1), la rete LaEffe. In radio è spesso invitato a Fahreneith (Radio3), Caterpillar (Radio 2), Decanter (Radio 2) e Capital in The World (Radio Capital).
Per Treccani e Corriere della Sera ha curato la serie web-tv “Le nonne d’Italia in cucina”, viaggio nelle venti regioni incontrando nonne in cucina. Collabora Nel 2014 ha pubblicato Artusi Remix (Mondadori), frutto di un lavoro condiviso con il Comitato Scientifico di Casartusi.
Ha pubblicato inoltre: Food sound system (2006) e Wine Sound System (2009) per Kowalski-Feltrinelli; La Parmigiana e la Rivoluzione (2011) e La Ballata di Circe (2017) per Stampa Alternativa; Kitchen Social Club (2016) per Altreconomia. Nel giornalismo scrive assiduamente con: Repubblica, Corriere della Sera, Left e Manifesto.
Lo spettacolo Food Sound System gira il mondo dal 2001 (USA, Vietnam, Zimbabwe, Mozambico, Algeria, Finlandia, Libano, Turchia, Francia, Germania, Spagna) e partecipa ai più importanti festival nazionali (Mittlefest in Friuli; Festival di Ravello; Capodanno di Roma e di Firenze; Arezzo Wave, etc).
Per il comune di Roma ha ideato l’istallazione video “Se magni bene nun mori mai”, per le città di Toulouse, Metz ha costruito i progetti “United Food”, legati al meticciato. Collabora con artisti come Alessandro Mannarino, Paolo Fresu, David Riondino, Giobbe Covatta. Ha organizzato per anni a Roma il Festival Soul Food, su cibo e sostenibilità ambientale, patrocinato dalla FAO e ha fondato per il comune di Toulouse l’Academie des cuisines metisses.
Nel 2018 Daniele De Michele ha realizzato il film I Villani (Italia, 2018, 84′). Il film segue quattro personaggi dall’alba al tramonto, da inizio a fine giornata di lavoro. Quattro “villani” che parlano di agricoltura, pesca, allevamento, formaggi e cucina familiare. Quattro personaggi che nel loro fare quotidiano rappresentano la sintesi delle infinite resistenze e reticenze ad adottare un modello gastronomico e culturale uguale in tutto il mondo. Quattro personaggi con le loro famiglie per verificare se la cucina italiana sia ancora un patrimonio vivo, se il passaggio di informazioni tra generazioni esiste ancora, se la cucina italiana così come l’abbiamo ereditata si salverà o scomparirà.

Domenica 25 agosto a Carlino nel Parco Rui Strada Viatte con inizio alle ore 11:30 è programma in concerto pic – nic ricordano i 50 anni di Woodstock in piena atmosfera campestre con il trio Bearzatti plays Led Zeppelin.

BEARZATTI PLAYS LED ZEPPELIN
Il mito e la leggenda della band di Jimmy Page, Robert Plant, John Bonam e John Paul Jones è ancora vivissimo e la loro musica, travolgente, elettrica, ma anche ricca di blues, di folk, di melodia è ancora attuale e di straordinaria potenza. Francesco Bearzatti e la sua band affronteranno il repertorio dei Led Zeppelin con creatività e ingegno celebrando la band in maniera assolutamente originale.

Francesco Bearzatti sax tenore e soprano, clarinetto e electronics è un artista jazz tra i più significativi del panorama italiano.

Educazione: Conservatorio di Udine, Jazz Mobile New York (USA) con G. Coleman.
Premi: 1° Prize “Best Tenor Player” Livorno 1996; 2° Prize Prato 1995 e with Mark Abrams Four Rome 1995, 1° Best New Talent Top Jazz 2003 (Italians Critics’ Pool) ”Moret d’Aur ” 2008; 1° Best Reed Top Jazz 2009; 1° Best Record Top Jazz 2010 Musica Jazz; 1° Best Band Top Jazz 2010 Musica Jazz; Premio della Critica Musica 2010 sezione Jazz; Jazz It Award 2010 best tenor player; Jazz it Award 2010 best album; Jazz It Award best cover; Premio Insound 2011 miglior fiato; Top Jazz 2011 miglior ancia; Prix du Musicien European 2011 Academie de Jazz.
Ha suonato con i gruppi: Valery Ponomarev Universal Language, Charles Persip Orchestra, Kaiser Lupowitz Trio, Simone Guiducci Gramelot Ensemble, Fabio Morgera Quintet, Marc Abrams Four, The Organ Trio, Kepto Orchestra, C. C. Orcestra, Renato Chicco Quartet, Giovanni Mazzarino Quartet & Quintet, Third Eye Big Band, Gaetano Riccobono Quintet, Zero Orchestra, Bruno Cesselli Quartet, Andrea Massaria Quintet with Flavio Boltro, Pentagono, Gaetano Valli Quintet, G. Cazzola Quartet, Claudio Cusmano Quintet with Roberto Gatto, Beggio – Ciancaglini Quartet, Pietro Tonolo “Disguise” sestet, Aldo Romano “Because of Bechet”, H. Texier “Sud-Nord 4tet, S. Bollani “I Visionari”, Maria Pia De Vito “Songs From Underground”, G. Petrella “Indigo Four”.
Ha suonato con gli artisti: J. Lovano, B. Morris, D. Irvin, L. Parker, L. Hayes, R. Eubanks, B. Riley, T. Kirkpatrik, D. Bennet, K. Wheeler, R. Brecker, M. Murphy, M. Hendrix, G. Telesforo, P. Birro, S. Battaglia, J. Cartwight, P. Tonolo, M. Tonolo, K. Rosenwikel, M. Tamburini, L. Patruno, N. Stilo, F. Bosso, T. Harrell, E. Zigmund, B. Trotignon, L. Sclavis, H. Texier, J. P. Como, A. Menconi, A. Kell.

Gli eventi vengono proposti dall’Associazione Complotto Adriatico di Pordenonein collaborazione con i comuni di Marano Lagunaree Carlino e dell’Associazione Sapori United di Marano Lagunare con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Music in Village – Estensioni è una rassegna connessa al Festival Music in Village, in programma a Pordenone dal 28 al 31 agosto, che si sviluppa su due elementi: le tracce storiche di Venezia, legata indissolubilmente al mare Adriatico, e di conseguenza alle antiche vie sulle quali è passata la storia della nostra regione, e la musica di qualità molto estesa senza confine espressivo, con combinazioni inedite, proposta in luoghi di particolare interesse culturale e ambientale in momenti anche non propriamente canonici per lo spettacolo. La rassegna proseguirà l’8 settembre a San Giorgio di Nogaro – Borgo di Chiarisacco sulla via Annia e il 13 settembre a Muggia nel centro storico sul mare.
Gli appuntamenti saranno accompagnati da Estensioni di Gusto con i prodotti enogastronomici del territorio e regionali.

 

 

evento friuli music in village estensioni 2019 appuntamenti nel territorio della laguna di marano il 23 e 25 agosto don pasta press 666x1000 Music In Village – Estensioni 2019 Appuntamenti nel territorio della laguna di Marano il 23 e 25 agosto

 

 



Vuoi rimanere aggiornato sugli eventi e le manifestazioni? Iscriviti alla newsletter!

Rispondi

You may also like

Leggi anche…